LINEE GUIDA IN MATERIA DI AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO

Linee Guida In Materia Di Amministrazione Di Sostegno-Free PDF

  • Date:28 Jun 2020
  • Views:6
  • Downloads:0
  • Pages:36
  • Size:439.87 KB

Share Pdf : Linee Guida In Materia Di Amministrazione Di Sostegno

Download and Preview : Linee Guida In Materia Di Amministrazione Di Sostegno


Report CopyRight/DMCA Form For : Linee Guida In Materia Di Amministrazione Di Sostegno


Transcription:

LINEE GUIDA,IN MATERIA DI,AMMINISTRAZIONE,DI SOSTEGNO. Le linee guida sono state realizzate dal Gruppo di lavoro. Volontaria Giurisdizione coordinato dal Tribunale di Milano. e composto da Citt Metropolitana di Milano Comune di Milano. Asl Milano Ordine dei Dottori commercialisti ed esperti contabili. Milano Ordine degli Avvocati di Milano Consiglio Notarile. Citt metropolitana di Milano, Grafica e impaginazione Barbara Forti Ufficio grafico. Stampa a cura del Centro stampa,Febbraio 2015,1 PREMESSA 7. 1 1 Cos l istituto dell Amministrazione di Sostegno 7. 1 2 Riferimenti normativi nazionali e regionali 8,1 3 Valutazione ed esame del bisogno 10. 1 4 In quali casi si pu chiedere la nomina,di un Amministratore di Sostegno 11.
1 5 Casi tipici in cui la nomina di un amministratore. di sostegno non necessaria 11,2 MODALIT DI PRESENTAZIONE DEL RICORSO 13. 2 1 Chi pu richiedere il provvedimento di nomina,dell Amministratore di Sostegno 13. 2 2 Competenza territoriale qual il Tribunale competente. per la presentazione del ricorso 22, 2 3 Contenuti minimi per la presentazione del ricorso. e relativi allegati 16, 2 4 Accesso dove si presenta il ricorso e dove si possono. ricevere informazioni 20,2 5 Assistenza di un difensore 21.
3 PROCEDIMENTO DI NOMINA DELL AMMINISTRATORE,DI SOSTEGNO I PASSAGGI FONDAMENTALI 23. 3 1 Procedimento di nomina ordinario 23, 3 2 Procedimento per la nomina di un amministratore. di sostegno provvisorio 25, 3 3 Modifica revoca sostituzione dell Amministrazione di Sostegno 26. 3 4 A che punto la richiesta di apertura dell Amministrazione. di sostegno 27,3 5 Cosa fare per parlare con il giudice 28. 4 SCELTA E COMPITI DELL AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO 29. 4 1 Chi pu essere nominato amministratore 29, 4 2 Elenco degli amministratori di sostegno del Tribunale di Milano 30.
4 3 Compiti e doveri dell amministratore 31, 4 4 Presentazione del rendiconto sulla situazione economica. e patrimoniale e relazione socio sanitaria sulle condizioni. del beneficiario 33, 4 5 Eventuale modalit di presentazione dei rimborsi ed equa. indennit degli amministratori 34,1 Premessa, 1 1 Cos l istituto dell amministrazione di sostegno. L Amministrazione di Sostegno un istituto introdotto per la tutela. di soggetti che a causa di menomazioni o infermit non sono par. zialmente o totalmente in grado di badare ai propri interessi in via. temporanea o permanente Questo istituto stato introdotto nel. nostro ordinamento con la legge n 6 del 2004 che ha modificato. il Titolo XII capo I del codice civile con la finalit di assicurare la. migliore tutela con la minore limitazione possibile della capacit di. agire delle persone in tutto o in parte prive di autonomia nell esple. tamento delle funzioni della vita quotidiana mediante interventi di. sostegno temporaneo o permanente art 1, L istituto dell Amministrazione di Sostegno si affianca agli istituti di. tutela dell interdizione1 e dell inabilitazione2 Rispetto a questi ultimi. l Amministrazione di Sostegno si pone come misura personalizzata di. tutela che mira a conservare per quanto possibile la capacit di agire. della persona prevedendo una forma di supporto esclusivamente per. le funzioni che la persona non pu compiere autonomamente. Il soggetto beneficiario pertanto conserva la capacit di agire con le. precisazioni e le eccezioni indicate nel decreto del giudice tutelare. Il decreto di nomina infatti contiene precise indicazioni circa gli atti che. il beneficiario3 pu compiere solo con l assistenza dell Amministratore. di Sostegno o di quelli che l Amministratore di Sostegno ha il potere. di compiere in nome e per conto del beneficiario L Amministratore di. Sostegno agisce sempre con esclusivo riguardo alla cura ed agli inte. ressi della persona del beneficiario articolo 408 c c Riassumendo le. principali innovazioni introdotte con questo istituto giuridico sono. Personalizzazione delle misure da applicare la protezione viene. calibrata sulle esigenze concrete ed attuali della persona. Conservazione della capacit di agire il beneficiario conserva la ca. pacit di agire per tutti gli atti che non richiedono la rappresentanza. 1 Strumento previsto per le persone che si trovano in condizione di abituale infermit. di mente che li rende incapaci di provvedere ai propri interessi. 2 Strumento utilizzato in situazioni pi lievi comporta la nomina di un curatore delegato. alle sole scelte riguardanti la straordinaria amministrazione dei propri interessi. 3 Articolo 3 L 6 2004, esclusiva o l assistenza necessaria dell A d S art 409 c c.
Attenzione alla persona la scelta dell Amministratore di Sostegno. avviene con esclusivo riguardo alla cura ed agli interessi della per. sona del beneficiario art 407 c c,1 2 Riferimenti normativi nazionali e regionali. La normativa nazionale, L istituto dell Amministrazione di Sostegno stato introdotto nel no. stro ordinamento giuridico con l entrata in vigore della legge n 6 del. 9 gennaio 2004 Introduzione nel libro primo titolo XII del codice. civile del capo I relativo all istituzione dell Amministrazione di Soste. gno e modifica degli articoli 388 414 417 418 424 426 427 e 429. del codice civile in materia di interdizione e di inabilitazione nonch. relative norme di attuazione coordinamento e finali. La normativa regionale lombarda, Partendo dalle basi poste dalla legge 6 2004 la Regione Lombardia. ha approvato la Legge Regionale n 3 del 12 marzo 2008 con il fine di. riorganizzare la rete dei servizi e degli interventi sociali e sociosanitari. definendo i compiti degli enti pubblici delle istituzioni e del non. profit Le novit della normativa riguardano principalmente. il ruolo fondamentale della figura dell Amministratore di Sostegno. il riconoscimento del ruolo del Terzo Settore, l istituzione presso le ASL degli Uffici per la protezione giuridica. delle persone fragili strutture finalizzate a promuovere e favorire. i procedimenti di riconoscimento degli strumenti di tutela delle. persone incapaci e di occuparsi di ogni altro aspetto della prote. zione giuridica, Successivamente all introduzione della Legge regionale 3 2008 sono.
state emanate alcune circolari attuative tra cui, La Circolare n 5 del 7 aprile 2008 che ha disposto l individuazione. dell Ufficio per la protezione giuridica delle persone fragili all in. terno dell organizzazione del dipartimento ASSI Attivit Socio. Sanitarie Integrate presso le ASL, La Circolare n 9 del 27 giugno 2008 che ha definito gli indirizzi. per la costituzione l organizzazione e il funzionamento degli uffici. La circolare ha indicato tra i primi compiti di questi nuovi uffici di. protezione giuridica la possibilit di favorire e sviluppare rapporti. con le organizzazioni del terzo settore per sviluppare una o anche. tutte le azioni previste Ha inoltre stabilito che le ASL ed i Comuni. associati di un ambito territoriale possono decidere di organizza. zione un unico ufficio per la protezione giuridica avvalendosi della. struttura all interno della ASL, Linee d indirizzo per la qualificazione e il rafforzamento del sistema. di protezione giuridica delle persone fragili di cui alla DGR n IX. 4696 del 16 01 2013, Il Protocollo di intesa per la costituzione del gruppo di lavoro. volontaria giurisdizione del Tribunale di Milano, Nel 2014 il Tribunale di Milano insieme a Provincia di Milano Comu.
ne di Milano Comune di Cesano Boscone ASL Milano Ordine degli. Avvocati di Milano Consiglio Notarile di Milano Ordine dei dottori. commercialisti e degli Esperti contabili di Milano ha siglato un Pro. tocollo di Intesa con l obiettivo di realizzare un tavolo permanente di. coordinamento sulle attivit di Volontaria Giurisdizione. Gli aderenti al Protocollo intendono promuovere e supportare i pro. getti di innovazione e miglioramento dei servizi della giustizia nel. territorio di competenza del Tribunale di Milano condividendo la. necessit di operare in sinergia per qualificare e semplificare l accesso. e la fruizione dei servizi della giustizia in quanto fattori determinanti. per lo sviluppo economico e sociale del territorio per la sicurezza. dei cittadini per la tutela e la salvaguardia dei diritti individuali della. famiglia dei minori dei soggetti svantaggiati, Per questi motivi con la partecipazione al tavolo di coordinamento. i sottoscrittori hanno concordato di adottare un metodo comune. per la definizione delle priorit l individuazione degli obiettivi e la. realizzazione delle azioni di miglioramento necessarie alla migliore. accessibilit e fruizione dei servizi in materia di Volontaria Giurisdi. zione I primi progetti promossi dal Tavolo di lavoro sono stati la. costruzione di un elenco di Amministratori di Sostegno lo sviluppo di. procedure semplificate e qualificate di accesso alla Cancelleria Tutele. lo sviluppo di comunicazioni informatiche tra Tribunale e Comune di. Milano la diffusione ad ampio raggio delle informazioni in materia di. Amministrazioni di sostegno di cui queste Linee guida rappresentano. un importante tassello,1 3 Valutazione ed esame del bisogno. Il bisogno del beneficiario viene valutato in due momenti. 1 Prima della presentazione del ricorso per la nomina di un Ammi. nistratore di Sostegno come riportato nel paragrafo che segue. la valutazione del bisogno pu essere effettuata a cura della ASL. delle aziende ospedaliere o dal Comune su richiesta degli assi. stiti dei loro familiari o dei servizi pubblici o privati sanitari socio. sanitari e sociali che hanno in cura la persona fragile. 2 Durante l esame diretto della persona nei cui confronti stata. richiesta la misura di protezione che il giudice tutelare deve con. durre ai sensi dell articolo 407 c c, Relativamente al primo punto la legge 6 2004 prevede l applicazio. ne dell istituto dell Amministrazione di Sostegno solamente nei casi. in cui sussistano fatti da renderla opportuna Al fine di evitare eccessi. ed usi indiscriminati del ricorso a questo istituto consigliabile per. tanto che venga effettuata un accurata valutazione dell opportunit. di ricorrervi In questo senso la Regione Lombardia ha identificato4. la valutazione rispetto alla necessit di nominare l Amministratore di. Sostegno come una delle attivit che ASL UPG integrato dalle figure. professionali necessarie aziende ospedaliere e Comuni Servizio di. protezione giuridica integrato dalle figure professionali necessarie. possono svolgere in favore degli assistiti le loro famiglie e i servizi. pubblici o privati sanitari e sociali che hanno in cura la persona. Il secondo punto si riferisce invece all esame che viene condotto. dal giudice tutelare a seguito della presentazione del ricorso per. la nomina di un Amministratore di Sostegno della persona cui il. procedimento si riferisce Ai sensi dell articolo 407 del codice civi. le il giudice tutelare deve sentire personalmente la persona cui il. procedimento si riferisce recandosi ove occorra nel luogo in cui. questa si trova In questo caso obiettivo dell esame quello di com. prendere quali siano gli effettivi e attuali bisogni del beneficiario. 4 Linee di indirizzo sull amministrazione di sostegno Approvate con delibera 4696 del. 16 gennaio 2013, in termini di condizioni esigenze necessit di sostegno Il giudice. pu anche discostarsi da tali richieste e aspirazioni quando alla lu. ce delle risultanze dell esame della persona cui il procedimento si. riferisce sussistano divergenti ma prioritarie esigenze di protezione. del soggetto debole All esame in genere partecipa anche il Pubblico. Ministero all esito dell esame si pu procedere all apertura dell Am. ministrazione di Sostegno,1 4 In quali casi si pu chiedere la nomina.
di un Amministratore di Sostegno, Ai sensi dell articolo 1 della legge 6 2004 finalit della legge quella. di tutelate le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell esple. tamento delle funzioni della vita quotidiana mediante interventi di. sostegno temporaneo o permanente Si pu ricorrere all intervento. dell Amministratore di Sostegno anche per fronteggiare incapacit. totali o parziali derivanti da situazioni di grave disagio sociale in un. contesto caratterizzato da mancanza di reti familiari e sociali. In particolare il ricorso all Amministrazione di Sostegno consigliato. quando il soggetto non sia in grado di utilizzare i normali strumenti. di delega come la delega cointestazione sul conto corrente procura. notarile delega per la riscossione degli emolumenti. Relativamente alla possibilit di richiedere un Amministratore di So. stegno in favore di un minore d et l articolo 3 della legge 6 2004. prevede che il decreto che riguarda un minore non emancipato. pu essere emesso solo nell ultimo anno della sua minore et e di. venta esecutivo a decorrere dal momento in cui la maggiore et. raggiunta Pertanto il ricorso per l apertura di un Amministrazione. di Sostegno pu essere proposto non appena il minore di et ha. compiuto 17 anni L amministrazione tuttavia esecutiva solo con. il raggiungimento del diciottesimo anno di et, 1 5 Casi tipici in cui la nomina di un amministratore. di sostegno non necessaria, La nomina di un Amministratore di Sostegno NON serve quando. Il soggetto debole non deve compiere alcun atto giuridico ad. esempio trattasi di soggetto privo di beni da amministrare come. beni immobili titoli societ capitali, Il soggetto debole affiancato da una o pi persone gi provviste. sona del beneficiario art 407 c c 1 2 RIfERIMENTI NORMATIvI NAzIONALI E REGIONALI LA NORMATIvA NAzIONALE L istituto dell Amministrazione di Sostegno stato introdotto nel no stro ordinamento giuridico con l entrata in vigore della legge n 6 del 9 gennaio 2004 Introduzione nel libro primo titolo XII del codice

Related Books