GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE Obiettivo Sociale

Gestione Terapia Trasfusionale Obiettivo Sociale-Free PDF

  • Date:30 Jul 2020
  • Views:2
  • Downloads:0
  • Pages:10
  • Size:301.16 KB

Share Pdf : Gestione Terapia Trasfusionale Obiettivo Sociale

Download and Preview : Gestione Terapia Trasfusionale Obiettivo Sociale


Report CopyRight/DMCA Form For : Gestione Terapia Trasfusionale Obiettivo Sociale


Transcription:

C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 2 di,del 01 02 16 10. GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE, La procedura in oggetto descrive le modalit di esecuzione della terapia trasfusionale con sangue o. emocomponenti a domicilio nelle sue diverse fasi richiesta esecuzione sorveglianza delle reazioni. trasfusionali,2 CAMPO DI APPLICAZIONE, La procedura si applica a tutti i pazienti che a giudizio del curante presentino contemporaneamente le. seguenti tre condizioni, 1 necessit di essere trasfusi con sangue o emocomponenti. 2 non differibilit della terapia trasfusionale,3 non trasportabilit.
3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI, Trasfusione Introduzione nell organismo per via venosa di sangue o di emocomponenti concentrati. eritrocitari leucocitari piastrinici plasma per uso terapeutico. Emocomponenti frazioni del sangue separate presso il SIT Es emazie e piastrine anche deleucocitati. plasma fresco, Emoderivati prodotti ottenuti con particolari tecnologie a lavorazione industriale Es albumina. immunoglobuline concentrati di fattore VII VIII IX antitrombina III di complesso protrominico. RSA residenza Sanitaria Assistenziale,SIT Servizio Immunotrasfusionale. Pa pressione arteriosa,Fc frequenza cardiaca,Ta temperatura corporea. 4 DESCRIZIONE DELLE ATTIVIT E RESPONSABILIT, Al personale infermieristico affidato il compito di svolgere le seguenti attivit.
trasporto di richieste campioni e unit trasfusionali. somministrazione dell emocomponente solo ed esclusivamente in presenza del medico. predisposizione del materiale e dei farmaci di cui all allegato 2. 4 1 Richiesta di prestazione trasfusionale, 1 Il medico che ritenga che il paziente necessiti di terapia trasfusionale con sangue o. emocomponenti lo informa sui benefici e sui rischi della proposta terapeutica acquisisce il. consenso informato sul modulo predefinito allegato 1 e attiva la presente procedura. Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza. autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale. C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 3 di,del 01 02 16 10. GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE,2 Il Responsabile Terapeutico. compila la richiesta sul ricettario regionale, compila inoltre la richiesta trasfusionale sullo specifico modulo del SIT due copie in carta. chimica ritirabile presso il SIT o gli ospedali di tutta la provincia Entrambe le richieste. vengono consegnate al centro trasfusionale, La richiesta sul ricettario regionale in esenzione ticket e deve riportare i seguenti elementi.
dati anagrafici del paziente nome cognome e data di nascita. diagnosi clinica e dati di laboratorio che motivano la richiesta. tipo e quantit dell emocomponente richiesto, 3 L infermiere di turno procura il materiale necessario per l esecuzione del prelievo Il prelievo viene. eseguito dal medico o dall infermiere e prevede, una provetta per la determinazione del gruppo sanguigno non indispensabile per i casi gi. noti al SIT,una provetta per la crociatura, Il sanitario medico o infermiere riporta su entrambe le provette nome e cognome del paziente e vi. appone la propria firma, Per le modalit di effettuazione del prelievo della conservazione e del trasporto del campione v allegato. Devono essere utilizzate le specifiche provette previste per il SIT sulle quelle quali devono essere. riportati nome e cognome del paziente e la firma del sanitario prelevatore. Le provette devono essere capovolte delicatamente alcune volte dopo il riempimento. La conservazione avviene a temperatura ambiente, L infermiere o suo incaricato consegna le provette e le richieste mediche al servizio di frigoemoteca per il.
successivo inoltro al SIT La consegna alla frigoemoteca deve avvenire in giornata o per i prelievi. effettuati al pomeriggio entro il giorno successivo. 4 L infermiere verifica la presenza dei farmaci e dei dispositivi di cui all allegato 2 accertandone. l integrit e i tempi di scadenza, Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza. autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale. C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 4 di,del 01 02 16 10. GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE,4 2 Distribuzione del sangue o dell emocomponente. 1 Il settore Distribuzione del SIT prepara l emocomponente richiesto. 2 Un infermiere ritira la le unit da trasfondere, 3 L operatore che ritira l unit firma il registro di carico scarico precisa la destinazione della. trasfusione e controlla l adeguatezza del materiale. 4 L unit deve essere distribuita appena prima della trasfusione In caso di richiesta di pi unit. vengono distribuite le unit da infondere in giornata. 5 Il trasporto deve avvenire in contenitore termico. 6 L unit distribuita sar accompagnata da,copia della richiesta trasfusionale.
modulo reso trasfuso che dovr poi ritornare al SIT per la registrazione della trasfusione. o dovr essere restituito insieme all unit in caso di reso. 7 Secondo le modalit in precedenza concordate l infermiere o un altro operatore da lui. incaricato ritira l unit dall emoteca dell ospedale e la trasporta immediatamente presso la. RSA con contenitore termico facendo attenzione che la sacca non poggi su superfici. ghiacciate, 4 3 Preparazione del paziente e somministrazione dell unit trasfusionale. Per la preparazione del paziente si fa riferimento alle raccomandazioni descritte nell allegato n 3. Riguardo alla somministrazione dell unit il Medico ha le seguenti responsabilit. Compila la cartella trasfusionale che verr poi allegata alla cartella sanitaria. acquisisce il consenso alla trasfusione in forma scritta come sopra richiamato e allega il modulo. firmato alla cartella trasfusionale, verifica la presenza del materiale indicato nell allegato 2. procede con la massima cura all identificazione del paziente ed alla verifica della congruenza tra. sacca cartellino di assegnazione e paziente,ispeziona l unit prima della trasfusione. registra l ora di inizio della trasfusione e il numero di carico della sacca sulla cartella clinica. procede materialmente alla somministrazione dell unit. per tutta la durata della trasfusione e per almeno 15 minuti dopo il termine della stessa assicura. la propria presenza nella struttura e che vi sia sorveglianza medica adeguata con frequenti. controlli clinici per diagnosticare tempestivamente l eventuale comparsa di reazioni trasfusionali. In caso di reazioni avverse il Medico valuter le misure da adottare compresa l eventuale. attivazione del 118,4 4 Al termine della trasfusione. Il Responsabile Terapeutico, a infusione terminata registra sulla cartella trasfusionale l avvenuta trasfusione ed il suo esito.
assenza ovvero comparsa di reazioni trasfusionali che in quest ultimo caso devono essere. comunicate anche al SIT Annota inoltre i parametri vitali del paziente almeno Pa e Fc. Allega alla cartella clinica il cartellino di assegnazione adesivo e i moduli di accompagnamento. dell unit trasfusa, Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza. autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale. C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 5 di,del 01 02 16 10. GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE,L infermiere, Riconsegna alla frigoemoteca e tramite questa al SIT il modulo di reso trasfuso per la. registrazione dell avvenuta trafusione o in accompagnamento all unit se viene resa. Ripristina il contenuto della valigetta contenente farmaci e dispositivi medici. Il materiale utilizzato deve essere smaltito seguendo la procedura relativa al trattamento dei rifiuti. 5 ALLEGATI, Allegato 1 Modulo di consenso informato alla trasfusione di sangue o di emocomponenti. Allegato 2 Materiale e farmaci che dovrebbero essere disponibili durante la trasfusione. Allegato 3 Modalit consigliate di somministrazione delle unit trasfusionali e gestione delle reazioni. Allegato 4 Modulo di segnalazione reazione trasfusionale. Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza. autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale. C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 6 di,del 01 02 16 10.
GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE, ALLEGATO 1 CONSENSO INFORMATO ALLA TRASFUSIONE DI SANGUE O DI. EMOCOMPONENTI,1 DICHIARAZIONE DEL MEDICO,Ho informato il sig ra nato a a il. che per le sue condizioni cliniche,necessaria la trasfusione di una o pi unit di. SANGUE INTERO O GLOBULI ROSSI PIASTRINE PLASMA, Ho spiegato che la trasfusione di sangue o di suoi componenti ha un grande margine di sicurezza. assicurata da approfonditi controlli sulle unit di sangue e dall applicazione di procedure rigorose. Tuttavia non possibile escludere il rischio di alcune complicanze che consistono in. reazioni al prodotto che viene trasfuso globuli rossi plasma piastrine pi frequenti con piastrine e. plasma e pi rare con i globuli rossi, Le reazioni pi frequenti 1 2 sono anche quelle pi lievi febbre brivido orticaria.
Complicanze pi gravi sono possibili ma molto pi rare e solo eccezionalmente pericolose per la vita. Rottura dei globuli rossi emolisi complicanze circolatorie o respiratorie circa 0 002. Trasmissione di infezioni batteriche sono potenzialmente molto gravi ma anche queste rare Il rischio. di circa 1 su 25 000 nel caso di trasfusione di piastrine e dieci volte pi basso per la trasfusione di. globuli rossi, Trasmissione di infezioni virali compreso il virus HIV e i virus dell epatite B e C oggi. assolutamente eccezionale 0 0001, Ho inoltre chiarito i seguenti punti sui quali mi sono state poste domande dal la paziente. Data Timbro e firma del medico,2 DICHIARAZIONE DEL PAZIENTE. Io sottoscritto a, in qualit di esercente la potest parentale sul minore tutore di. confermo di essere stato informato a secondo quanto indicato nel presente documento. Ho ben compreso quanto mi stato spiegato sui benefici e sui rischi della trasfusione e sui rischi che. comporterebbe la mancata esecuzione della trasfusione. Ho ricevuto risposte esaurienti e chiare alle mie domande. ACCONSENTO NON ACCONSENTO alla proposta di trasfusione. Data Firma leggibile paziente o esercente la potest parentale o tutore. Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza. autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale. C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 7 di,del 01 02 16 10.
GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE, ALLEGATO 2 MATERIALE E FARMACI CHE DEVONO ESSERE DISPONIBILI DURANTE. LA TRASFUSIONE A DOMICILIO, Il materiale escluso il deflussore che specifico per i prodotti ematici e le modalit di allestimento della. linea di deflusso sono uguali a quelli d infusione di qualsiasi altro tipo. La valigetta custodita dai SID deve contenere il seguente materiale. 1 n 2 aghi 18 19G,2 n 2 aghi cannula 18 20,3 n 2 unit di soluzione fisiologica da 500 ml. 4 n 2 unit di soluzione fisiologica da 250 ml,5 n 2 unit di soluzione fisiologica da 100 ml. 6 n 2 fiale di soluzione fisiologica da 10 ml,7 n 2 siringhe da 10 ml.
8 n 2 siringhe da 20 ml, 9 n 1 scatola di Adrenalina da 1 mg fiale da conservare in frigorifero. 10 n 1 scatola di fiale di Atropina, 11 una confezione Urbason 20 mg Solu Medrol 40 mg Solu Medrol 125 mg n 2 fl Flebocortid 1. gr Solucortef 1gr,12 n 3 fl Diniket,13 n 2 fl Revivan. 14 n 1 confezione di Furosemide fiale 20 mg,15 n 1 confezione Diazepam fiale 10 mg. 16 n 1 confezione Trimeton fiale 10 mg,17 n 1 confezione Broncovaleas.
18 n 1 flacone sodio bicarbonato 1 4 ml 250,19 n 2 deflussori ad Y per fleboclisi. 20 Ambu maschera M L,21 Cannula orotracheale P M L. Se disponibili nella struttura che ospita il paziente opportuno mantenenere pronti all uso anche i. seguenti presidi, Presidi per somministrazione di ossigeno con ventimask. Saturimetro,Defibrillatore automatico esterno, Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza. autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale. C ISTRUZIONE OPERATIVA IST016,Rev 00 Pag 8 di,del 01 02 16 10.
GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE, ALLEGATO 3 MODALIT CONSIGLIATE DI SOMMINISTRAZIONE DELLE UNIT. TRASFUSIONALI E DI GESTIONE DELLE REAZIONI AVVERSE. Preparazione del paziente, Fare assumere al paziente la posizione pi confortevole e idonea alle sue condizioni di salute. Predisporre un ambiente tranquillo, Non strettamente necessario il digiuno del paziente salvo diversa indicazione medica se il paziente. dovesse mangiare prima di una trasfusione comunque consigliabile che si alimenti con un pasto. Rilevare PA Fc e Ta, Protocollo di preparazione e antisepsi della cute esempio. L antisettico di scelta la clorexidina preferibilmente in soluzione alcolica Nelle persone non. allergiche allo iodio sono utilizabili anche gli anti iodofori. I batuffoli di cotone devono essere imbevuti con l antisettico al momento dell uso. La disinfezione della cute va effettuata con movimenti che vanno in un unica direzione La pressione. in zona di venipuntura deve essere sufficiente ad effettuare anche una detersione meccanica della. Vanno effettuate due successive detersioni in zona di venipuntura utilizzando due batuffoli di cotone. ISTRUZIONE OPERATIVA IST016 GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE Rev 00 del 01 02 16 Pag 1 di 10 Questo documento di propriet di A S S O Societ Cooperativa Sociale e non pu essere riprodotto usato o reso noto a terzi senza autorizzazione scritta di A S S O Societ Cooperativa Sociale GESTIONE TERAPIA TRASFUSIONALE INDICE DELLE REVISIONI Numero Data Descrizione Paragrafi Variati

Related Books