2 Suppl Straordinario al n 2 15 gennaio 2009

2 Suppl Straordinario Al N 2 15 Gennaio 2009-Free PDF

  • Date:03 Dec 2019
  • Views:31
  • Downloads:0
  • Pages:24
  • Size:1.63 MB

Share Pdf : 2 Suppl Straordinario Al N 2 15 Gennaio 2009

Download and Preview : 2 Suppl Straordinario Al N 2 15 Gennaio 2009


Report CopyRight/DMCA Form For : 2 Suppl Straordinario Al N 2 15 Gennaio 2009


Transcription:

Bollettino Uf ciale della Regione Lombardia,C GIUNTA REGIONALE E ASSESSORI. BUR2008031,2 Suppl Straordinario al n 2 15 gennaio 2009. n 5018 2007 modi cate ed integrate con d g r 5773 2007 come. da documento allegato interamente sostitutivo di quello vigente. A voti unanimi palesemente espressi,D g r 22 dicembre 2008 n 8 8745. Determinazioni in merito alle disposizioni per l ef cienza e. nergetica in edilizia e per la certi cazione energetica degli 1 di modi care ed integrare per le motivazioni di cui in pre. edi ci messa le Disposizioni inerenti all ef cienza energetica in edili. zia approvate con d g r n 5018 2007 modi cate ed integrate. LA GIUNTA REGIONALE con d g r 5773 2007 come da documento allegato parte inte. Premesso che grante e sostanziale del presente provvedimento. il d lgs 192 2005 attuativo della Direttiva 2002 91 CE stabi 2 disporre la presente pubblicazione sul Bollettino Uf ciale. lisce i criteri le condizioni e le modalita per migliorare le presta della Regione Lombardia. zioni energetiche degli edi ci rinviando a successivi decreti le Il segretario Pilloni. metodologie di calcolo i requisiti minimi per il contenimento. dei consumi energetici i criteri per assicurare la quali cazione. e l indipendenza degli esperti a cui af dare la certi cazione ener. getica degli edi ci, l art 17 dello stesso decreto prevede che le norme indicate e. quelle dei decreti ministeriali di attuazione si applichino alle re. gioni e alle province autonome che non abbiano ancora provve. duto al recepimento della Direttiva 2002 91 CE relativa al rispar. mio energetico in edilizia, la l r 24 2006 Norme per la prevenzione e la riduzione.
delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell ambien. te attribuisce alla Giunta regionale in attuazione della direttiva. e del d lgs citato la competenza per, dettare norme per ridurre e certi care il consumo energetico. degli edi ci esistenti da ristrutturare e di nuova costruzione. stabilendo i requisiti di prestazione energetica degli involu. cri edilizi degli impianti termici e dei generatori di calore. art 9 lettera a, de nire le modalita applicative concernenti la certi cazione. energetica degli edi ci le caratteristiche termo siche mini. me dell involucro edilizio ed i valori di energia primaria per. il soddisfacimento del fabbisogno energetico degli edi ci te. nendo conto tra l altro delle diverse destinazioni d uso del. la necessita di applicare un limite massimo di fabbisogno. energetico agli edi ci di nuova costruzione e a quelli ristrut. turati art 25 comma 1, Richiamata la d g r n 5018 del 26 giugno 2007 modi cata ed. integrata con d g r 5773 del 31 ottobre 2007 con la quale sono. state approvate le Disposizioni inerenti all ef cienza energetica. in edilizia comprensive della disciplina per la certi cazione e. Considerato che si rende necessario modi care ed integrare le. suddette disposizioni al ne di, introdurre ulteriori de nizioni e precisazioni nella termino. logia di riferimento, fornire criteri di buona pratica per la progettazione e la co.
struzione degli edi ci, recepire le innovazioni introdotte dal d lgs 115 2008 con. particolare riferimento ai contratti di servizio energia e di servi. zio energia plus, includere tra i titoli di studio idonei per ottenere l accredita. mento come certi catore energetico il diploma di perito agrario. in conformita a quanto previsto dal d lgs 115 2008. prorogare al 1 luglio 2010 la data entro la quale gli edi ci. pubblici con super cie superiore a 1 000 mq devono essere cer. modi care il modello della targa energetica le modalita del. suo rilascio e l obbligatorieta della sua esposizione distinguendo. tra edi ci pubblici e privati, precisare le condizioni per il riconoscimento dei Soggetti. certi catori accreditati in altre Regioni o Paesi europei. superare le incertezze applicative emerse nel primo anno di. applicazione della disciplina per l ef cienza energetica in edili. Dato atto che il Tavolo Tecnico per l ef cienza energetica in. edilizia istituito con d g r 5773 del 31 ottobre 2007 e costituito. da rappresentanti di Regione Lombardia Punti Energia ora Ce. stec s p a Comitato regionale notarile lombardo Ordini Colle. gi e Associazioni professionali interessati ha dato parere favore. vole all approvazione delle nuove disposizioni, Ritenuto pertanto di integrare e modi care le Disposizioni. inerenti all ef cienza energetica in edilizia approvate con d g r. Bollettino Uf ciale della Regione Lombardia,DISPOSIZIONI INERENTI.
ALL EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA,Y 3 2 Suppl Straordinario al n 2 15 gennaio 2009. ci caratteristici del sistema edi cio impianto Nell attestato sono. indicate le prestazioni energetiche dell edi cio la classe energeti. ca dello stesso in funzione dell indice di prestazione energetica. per la climatizzazione invernale o riscaldamento e in funzione. 1 Finalita dell indice di prestazione termica per la climatizzazione estiva. 2 De nizioni o il raffrescamento oltre a possibili interventi migliorativi delle. 3 Ambito di applicazione prestazioni energetiche del sistema edi cio impianto Gli usi di. energia riportati sull attestato di certi cazione energetica in ter. 4 Principi generali tipologici e tecnico costruttivi mini di indici di prestazione energetica riguardano la climatiz. 5 Requisiti minimi dell involucro edilizio zazione invernale o il riscaldamento la produzione di acqua cal. 6 Requisiti degli impianti per la climatizzazione invernale ov da ad usi igienico sanitari la climatizzazione estiva o il raffresca. vero per il solo riscaldamento ambientale e per la produzio mento l illuminazione e l utilizzo di fonti energetiche rinnovabi. ne di acqua calda sanitaria li Inoltre sono riportati gli indici di prestazione termica per la. 7 Requisiti di prestazione energetica del sistema edi cio im climatizzazione In ne allo scopo di fornire un indicazione circa. pianto termico l impatto dell edi co sull ambiente nell attestato e riportata la. stima delle emissioni di gas ad effetto serra determinate dagli. 8 Adozione di criteri generali usi energetici dell edi cio Tale documento deve essere redatto e. 9 Certi cazione energetica degli edi ci asseverato da un professionista accreditato nell elenco dei sog. 10 Attestato di certi cazione energetica getti certi catori di Regione Lombardia e timbrato per accetta. 11 Targa energetica zione dal Comune di competenza. 12 Procedura per la certi cazione energetica degli edi ci per i e categoria di edi cio e la classi cazione in base alla destina. quali e richiesto il titolo abilitativo zione d uso come all articolo 3 del d P R 26 agosto 1993 n 412. 13 Procedura per la certi cazione energetica degli edi ci esi f certi cazione energetica dell edi cio e il complesso delle ope. stenti razioni svolte dai soggetti accreditati per il rilascio dell attestato. di certi cazione energetica, 14 Accertamenti e ispezioni relativi all ef cienza energetica de. gli edi ci g classe energetica e l intervallo convenzionale delimitato da. soglie di riferimento volto a rappresentare sinteticamente la pre. 15 Classi cazione energetica degli edi ci stazione energetica di un edi cio sulla base di prede niti indica. 16 Soggetto certi catore tori di prestazione energetica Le classi energetiche possono esse. 17 Organismo regionale di accreditamento re differenti a seconda della prestazione che attestano. 18 Catasto regionale delle certi cazioni energetiche degli edi ci h climatizzazione invernale o estiva e l insieme di funzioni atte. 19 Integrazione con il d lgs 19 agosto 2005 n 192 come modi ad assicurare il benessere degli occupanti mediante il controllo. cato con il d lgs 29 dicembre 2006 n 311 all interno degli ambienti della temperatura e dell umidita dell a. ria e ove siano presenti dispositivi idonei della portata e della. ALLEGATO A Requisiti energetici degli edi ci purezza dell aria di rinnovo. A 1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione in i coef ciente di prestazione COP e il rapporto tra la potenza. vernale o il riscaldamento termica utile resa e la potenza elettrica assorbita di una pompa. A 2 Valori limite di trasmittanza termica delle strutture che di calore elettrica. delimitano l involucro j coef ciente di prestazione termico COPt e il rapporto tra la. A 3 Ef cienza globale media stagionale dell impianto termico potenza utile resa e la potenza termica assorbita di una pompa. di climatizzazione invernale o riscaldamento e o produ di calore ad assorbimento o adsorbimento alimentata termica. zione di acqua calda sanitaria mente ovvero tra la potenza termica utile e la potenza termica. A 4 Classi cazioni energetiche del combustibile utilizzato dal motore primo che aziona una. A 5 Valori limite di prestazione energetica per le pompe di ca pompa di calore a compressione. lore k contratto di ef cienza energetica e l accordo contrattuale tra. il bene ciario e il fornitore riguardante una misura di migliora. ALLEGATO B Relazione tecnica di cui all articolo 28 della leg mento dell ef cienza energetica in cui i pagamenti a fronte degli. ge 9 gennaio 1991 n 10 investimenti in siffatta misura sono effettuati in funzione del. ALLEGATO C Attestato di certi cazione energetica livello di miglioramento dell ef cienza energetica stabilito con. ALLEGATO D Targa energetica trattualmente, l contratto Servizio Energia e un contratto che nell osservanza. dei requisiti e delle prestazioni di cui al paragrafo 4 dell allegato. 1 Finalita II del d lgs 30 maggio 2008 n 115 disciplina l erogazione dei. Le presenti disposizioni sono nalizzate ad attuare il risparmio beni e servizi necessari alla gestione ottimale ed al miglioramen. energetico l uso razionale dell energia e la produzione energetica to del processo di trasformazione e di utilizzo dell energia. da fonti energetiche rinnovabili in conformita ai principi fonda m contratto Servizio Energia Plus e un Contratto Servizio. mentali ssati dalla Direttiva europea 2002 91 CE del 16 dicem Energia che rispetta i requisiti di cui al paragrafo 5 dell allegato. bre 2002 e dal d lgs 19 agosto 2005 n 192 cos come modi cato II del d lgs 30 maggio 2008 n 115 e che si con gura come fatti. con d lgs 29 dicembre 2006 n 311 e in attuazione degli articoli specie di un contratto di ef cienza energetica. 9 e 25 della legge regionale 11 dicembre 2006 n 24 n diagnosi energetica e la procedura sistematica volta a forni. 2 De nizioni re un adeguata conoscenza del pro lo di consumo energetico di. Ai ni del presente provvedimento si de nisce un edi cio o gruppo di edi ci di una attivita o impianto indu. striale o di servizi pubblici o privati al ne di individuare e quan. a ambienti a temperatura controllata sono gli ambienti serviti ti care le opportunita di risparmio energetico sotto il pro lo co. da un impianto termico che consenta di mantenere la temperatu sti bene ci e riferire in merito ai risultati. ra dell ambiente sopra e o sotto un valore pre ssato o edi cio e un sistema costituito da un unico fabbricato con. b ambiente circostante e qualsiasi ambiente contiguo a quello nesso ad un impianto termico ovvero da un fabbricato facente. a temperatura controllata o climatizzato per il quale si deve cal parte di un complesso di piu fabbricati mantenuti a temperatura. colare il fabbisogno energetico compreso l ambiente esterno controllata o climatizzati da un impianto termico La super cie. c ambienti climatizzati sono gli ambienti serviti da un impian esterna che delimita un edi cio puo con nare con tutti o alcuni. to termico che assicuri il benessere degli occupanti tramite il dei seguenti elementi l ambiente esterno il terreno altri edi ci. controllo della temperatura e dell umidita dell aria e ove siano Il termine puo riferirsi a un intero edi cio ovvero a parti di edi. presenti dispositivi idonei della portata e della purezza dell aria cio progettate o ristrutturate per essere utilizzate come unita. di rinnovo immobiliari a se stanti, d attestato di certi cazione energetica e il documento redatto p edi cio adibito ad uso pubblico e un edi cio nel quale si. nel rispetto delle norme contenute nel presente provvedimento svolge in tutto o in parte l attivita istituzionale di Enti pubblici. attestante la prestazione energetica ed alcuni parametri energeti q edi cio di proprieta pubblica e un edi cio di proprieta dello. Bollettino Uf ciale della Regione Lombardia, Stato delle Regioni o degli Enti locali nonche di altri Enti pub.
blici anche economici destinato sia allo svolgimento delle attivi. ta dell ente sia ad altre attivita od usi compreso quello di abita. Y 4 2 Suppl Straordinario al n 2 15 gennaio 2009, sono compresi negli impianti termici gli impianti individuali di. riscaldamento e o di raffrescamento mentre non sono conside. rati tali gli apparecchi quali stufe caminetti radiatori individua. zione privata li apparecchi per il riscaldamento localizzato ad energia radian. r edi cio di nuova costruzione e un edi cio per il quale la te scaldacqua unifamiliari tali apparecchi se ssi sono tuttavia. richiesta di permesso di costruire o denuncia di inizio attivita assimilati agli impianti termici quando la somma delle potenze. comunque denominato sia stata presentata successivamente alla nominali termiche utili degli apparecchi al servizio della singola. data di entrata in vigore del presente provvedimento unita immobiliare e maggiore di 15 kW. s ef cienza globale media stagionale e dell impianto termico o ff impianto termico di nuova installazione e un impianto ter

Related Books